Articolo di settembre

STRESS DA RIENTRO? RIORGANIZZA IL TUO UFFICIO!


Si sa: lo stress da rientro è il leitmotiv a cui tutti sono destinati ad imbattersi. Nessuno di noi, ha una bacchetta magica per gestirlo al meglio e proprio per questo motivo, riorganizzare i propri spazi di lavoro, può essere una piccola ma strategica scappatoia per non incorrere, fin dal primo giorno, in un mood negativo che oscilla tra pensieri nostalgici di una estate ormai finita, ed una voglia pari a 0 di “rimettersi all’opera”.


La realtà è che per rendere migliore il proprio rientro al lavoro, basta poco.


Sia che il nostro ufficio si trovi all’interno della propria casa o all’esterno della stessa, la prima cosa a cui pensare è migliorare la propria postazione operativa, organizzandola al meglio, attraverso un’estetica semplice e accurata – che rispecchi la nostra persona – ma che soprattutto sia ergonomica. Partendo da questi piccoli – ma essenziali – accorgimenti, abbiamo la possibilità di riorganizzare in breve tempo il nostro ambiente di lavoro.


MA DA CHE COSA DOBBIAMO PARTIRE PER RIORGANIZZARE EFFICACEMENTE IL NOSTRO UFFICIO?


Immagini di esempio Unsplash


Ovviamente, dalla poltrona! Una poltrona ergonomica, che ci aiuta a mantenere una posizione corretta in ufficio, oltre che evitarci un brutto e fastidiosissimo mal di schiena, ci aiuterà ad essere maggiormente performanti. Una poltrona ergonomica da ufficio sarà dunque fondamentale al raggiungimento dei nostri nuovi obbiettivi lavorativi: per i più temerari, anche la fitball può essere una funzionale quanto comoda soluzione. Da evitare invece, le comuni sedie di “design”.


A seguire, la scrivania: diversa per ogni tipologia di lavoro – la scrivania dovrebbe essere regolabile – per permetterci di andare incontro alle nostre necessità – ed avere una o più cassettiere volte a contenere tutti gli accessori utili al nostro lavoro d’ufficio.


Per finire, una piccola libreria – 60x180 cm – o degli scaffali da parete, possono aiutarci a riorganizzare il nostro ufficio mantenendo in ordine libri o cataloghi.


In caso contrario, se il tuo datore di lavoro non è affine ai cambiamenti, ottimizza la tua postazione di lavoro partendo dalla scrivania: via, gli oggetti di troppo, le matite con mina spezzata e le biro non più funzionanti e se possibile acquista contenitori di varie forme e colori, raccoglitori di differenti grandezze e porta oggetti utili ad affrontare con una carica diversa il tuo rientro al lavoro.


Per concludere, ricorda di utilizzare colori chiari o tenui: ti aiuteranno ad armonizzare le tue giornate…anche quelle più buie!



 

Per rimanere sempre aggiornat*


Facebook

Instagram

LinkedIn




----

NOTA BENE:

Il presente blog non rappresenta un prodotto editoriale, in quanto destinato "(...) esclusivamente all'informazione aziendale (...) presso il pubblico (...)", ai sensi dell'art. 1, c. 2 della l. n. 62/2001.

----